Benvenuto

L’Ufficio patriziale di Bedano vuole contribuire alla diffusione e alla conoscenza di quanto ha realizzato e intende realizzare nel prossimo futuro a favore della popolazione patriziale e comunale presentando, il Patriziato alla comunità bedanese.
Non tutti sono a conoscenza di quanto è stato fatto a favore della comunità in tempi non proprio facili da parte di chi ha presieduto e condotto il Patriziato verso nuovi orizzonti.
Oggi, grazie al lavoro svolto dai nostri antenati, siamo in grado di fornire una documentazione, a grandi linee, relativa alla vita passata della popolazione di Bedano fino ai giorni nostri, con qualche indizio sugli interventi futuri necessari per il buon funzionamento del nostro ente.

Presentazione

Il Patriziato di Bedano è un ente di diritto pubblico riconosciuto dal Canton Ticino.
La sua struttura è formata dall’Ufficio patriziale composto da 5 membri e una segretaria; dalla commissione della Gestione composta da 3 membri e 2 supplenti e dall’Assemblea patriziale.

Organizzazione

  • Presidente: Egidio Bianchi
  • Vice-presidente: Olivio Bonesana
  • Segreteria: Marusca Conti
  • Membri:
    • Piercarlo Montorfano
    • Luca Fraschina
    • Edoardo Conti

Cenni storici

Le proprietà del Patriziato sono in gran parte formate da boschi sovrastanti l’agglomerato di Bedano, la Val Barberina e la Valletta.

L’attività svolta a favore della comunità bedanese ha portato alla costruzione del campo sportivo nel 1973.

Negli anni Novanta ha realizzato una strada forestale nella zona boschiva che, dalla Val Barberina, transita sopra l’abitato di Bedano fino alla Val Finale, per una lunghezza di circa un chilometro e mezzo. Lo scopo di questa strada è quello di formare una linea tagliafuoco e di utilizzo per la manutenzione di questa parte di montagna con interventi selvicolturali.

Inoltre il Patriziato di Bedano ha contribuito, con la messa a disposizione a titolo gratuito per 99 anni del sedime in cui è sorto l’acquedotto comunale, alla realizzazione della fornitura idrica per la comunità.

Il Gruppo anziani di Bedano ha costruito una cappalletta in zona Val Barberina su proprietà patriziale cedendola quindi al Patriziato. (Foto)

Il Patriziato di Bedano possiede documenti storici datati della prima metà dell’Ottocento (allora Vicinia). Console della Vicinia di Bedano era Giacinto Insermini.

I presidenti del Patriziato, a partire dal 1900, sono stati:

1900-1905 Carletti Costantino,

1905-1911 Albertolli Ferdinando,

1911-1922 Bernasconi Pietro fu Ferdinando,

1922-1930 Rusconi Costantino,

1930-1942 Pelossi Luigi,

1942-1949 Bianchi Giovanni,

1949-1953 Martinetti Giocondo,

1953-1965 Rusconi Luigi,

1965-1973 Bianchi Giovanni,

1973-2009 Bonesana Olivio.

A partire dal 2009 è presidente il signor Bianchi Egidio.

Le antiche famiglie patrizie nel 1900 erano le seguenti:
Albertolli, Bernasconi, Bianchi, Bonesana, Carletti, Conti, Degiorgi, Fontana, Fraschina, Insermini, Lancerotti, Martinetti, Pelossi, Porta, Rusconi, Tognetti, Trefogli.

Le attuali famiglie patrizie sono:
Bernasconi, Bianchi, Bonesana, Carletti, Conti, Degiorgi, Fontana, Fraschina, Martinetti, Pelossi, Rusconi, Tognetti …. (vedi registro dei fuochi aggiornato).